RAZIONALE

Secondo le indagini ISTAT, oltre il 16% della popolazione italiana soffre di patologie osteoarticolari. È evidente che con l’invecchiamento della popolazione la prevalenza delle patologie e i conseguenti costi per il SSN (Sistema Sanitario Nazionale) sono destinati ad aumentare nei prossimi anni. Da qui l’esigenza di una prevenzione legata alla correzione dei fattori modificabili attraverso il miglioramento dello stile di vita e il trattamento ottimale dei traumi articolari, di una precoce identificazione dei quadri iniziali (e non solo delle forme conclamate della malattia) e di un’adeguata e tempestiva terapia, che possa prevenire le deformità articolari e quindi la disabilità e l’eventuale necessità di interventi di sostituzione protesica.

L’evento rappresenterà un confronto tra esperti sulle novità dei trattamenti sia chirurgico che conservativo di Spalla, Caviglia e Colonna vertebrale.

Responsabile scientifico: C. Ruosi

Obiettivi formativi e Area formativa: Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere (18)

Destinatari dell'attività formativa:

Medico Chirurgo (Anestesia e Rianimazione; Endocrinologia; Ginecologia e Ostetricia; Medicina dello sport; Medicina fisica e riabilitazione; Ortopedia e traumatologia; Reumatologia)



Evento ECM accreditato con ID: 360-298732

Durata dell'attività formativa: 6 ore

Crediti ECM: 9,0

Il corso è articolato in due videoconferenze, il 27 novembre 2020 e l'11 dicembre 2020


L'attribuzione dei crediti è vincolata al superamento del test ECM (almeno 75% delle risposte corrette); sono permessi 5 tentativi.
Il test è a risposta multipla, con singola risposta esatta tra quattro disponibili.
Il test è a doppia randomizzazione.


Evento realizzato con la sponsorizzazione non condizionante di:

logo sponsor Chiesi